Dove si posano le farfalle - Parole,immagini e fantasia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Un viaggio introspettivo che ha inizio con il raccontarsi in modo semplice, racconta di come nasce la poesia, di come poi cresce in me in tutte le sue forme, resiste nonostante il considerare oggi la poesia qualcosa di antiquato.
Una raccolta di poesie piene di emozione per la vita che trova forza nella bellezza della natura, trova forza nell’amore, trova forza in quel luogo incantato dove si posano le farfalle e si crea quella magia di parole, quando tutto è troppo pesante. Nel libro si alternano poesie un po’ fatate dal sapore infantile, a poesie più intense che scuotono il tema della sofferenza, della terra che trema quando l’amore fà soffrire, dell’indifferenza e del silenzio di un mondo da salvare.

Numero pagine: 66
Peso: 150 gr.

Anno: 2012

Intervista con l'autrice

Iniziando dal titolo, a cosa è dovuta la sua scelta?

Il Titolo "Dove si posano le farfalle" ha un significato particolare essendo un libro di poesie, il titolo da senso a come e dove nascono le poesie ed è quel luogo di totale bellezza o mistero.


Che cosa o chi le ha dato l'input per scrivere il suo libro?

L'imput per scrivere il libro nasce dal desiderio di riunire tutti i miei pensieri e dedicarli a chi legge.


Da quale punto di vista è partita per analizzare le tematiche centrali del suo lavoro?

Il tema centrale nasce dal voler spiegare come non può morire mai la poesia e come nasce spontanea negli animi di chi sa conservare la meraviglia dei bambini.


L'influenza soggettiva su opere come la sua quanto incide sul risultato finale?

L'influenza soggettiva conta sul risultato finale perché essendo poesia è molto importante esprimere in modo particolare il proprio se dando al lettore spazio libero di interpretazione.


Per quale motivo i lettori dovrebbero leggere la sua opera?

I lettori dovrebbero leggere la mia opera perché non è la poesia classica ma dei pensieri misti ad emozioni e ricordi, scritti con occhi di chi sa ancora sognare e stupirsi di tutto ciò che c'e intorno a noi. Dalla bellezza del tramonto all'inquietudine di un mondo difficile pieno di contraddizioni.  Chi legge ritorna bambino e sente l'anima più leggera pur viaggiando tra parole profonde e non banali.



Un sincero ringraziamento a Valentina Spina per averci concesso l'intervista.

1 commento
Voto medio: 114.0/5


Francesco Aurilio
2014-06-29 16:37:54
Se potessi trasformare il titolo di questo libro in una domanda: “Dove si posano le farfalle?” Direi che a mio parere la risposta è ovvia: in un soffio di fiato. Ho letto il libro ed è mia opinione che la poesia dell’autrice è tanto leggera, impercettibile, limpida quanto intensa, profonda e carica di sensazioni e sentimenti. Potrebbe sembrarvi che tali sentimenti siano fortemente distaccati dalla realtà e avvolti da un’atmosfera fatta di fantasia e magia ma pensandola affondo, questa poesia è frutto del pensiero di una sognatrice che ha bisogno di un forte contatto con la realtà, con tutto ciò che è vero e vivo, con ciò che l’uomo non può fare a meno: la vita propria e quella degli altri esseri.
 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu